La regola del 50/30/20 per gestire il tuo budget e risparmiare con costanza

By redazione Gimme5

Avere un bel gruzzoletto da parte da utilizzare per far fronte alle spese future è un’esigenza che accomuna tutti noi. Ecco che per riuscire a risparmiare ogni mese parte del proprio reddito, viene in nostro soccorso la regola del 50/30/20.

Per poter affrontare a una spesa imprevista, fare il viaggio dei propri sogni, acquistare l’auto o la casa nuova, o poter godere di una pensione integrativa, è necessario risparmiare con costanza parte delle proprie entrate e destinarle alla creazione di un bel gruzzoletto, che permetterà di godere di una situazione economica più serena. Tuttavia, senza qualche linea guida, la gestione delle proprie finanze, può risultare alquanto complicata.

Nel Blog trattiamo spesso il tema del risparmio, ma questa volta vogliamo parlare di una delle regole più conosciute per riuscire a risparmiare con costanza, in modo semplice ed efficace.

La regola del 50/30/20

La regola di cui stiamo parlando è denominata del “50/30/20/”. Questo principio è stato suggerito dalla rivista Forbes e messo a punto dalla professoressa di Harvard e senatrice americana per il Massachusetts, Elizabeth Warren, che citò per la prima volta questa regola all’interno del libro: “All Your Worth: The Ultimate Lifetime Money Plan”.

In base a oltre vent’anni di studi e ricerche, la tesi che viene proposta è che per gestire al meglio le proprie finanze basta seguire una semplice regola con la quale si può facilmente controllare le spese mensili, per mettere da parte qualche risparmio con regolarità.

Come funziona la regola 50/30/20

Risparmiare può non risultare semplice, ne quando si è giovani e si percepisce uno stipendio ancora contenuto, ne quando si è già inseriti nel mondo del lavoro, ma si sostengono molte spese. Pertanto, la regola del 50/30/20 viene in soccorso di tutti coloro che vogliono riuscire a gestire al meglio le proprie entrate, destreggiandosi tra spese per la casa, prodotti essenziali, ma anche shopping e divertimento, senza dover aspettare con ansia l’arrivo dello stipendio a fine mese.

Il nome di questa semplice regola deriva dalle percentuali della distribuzione del proprio reddito tra le varie voci di spesa che bisogna sostenere durante il mese. Secondo la professoressa, infatti, per riuscire a risparmiare con successo bisogno rispettare la seguente ripartizione:

50/30/20

50% del reddito per le necessità

Ci sono delle spese da considerare essenziali, in quanto non vi si può fare a meno, per poter soddisfare i propri bisogni quotidiani. Per queste spese è consigliato destinare la metà delle proprie entrate mensile. Tra queste spese rientrano:

  • le spese per l’affitto o la rata del mutuo;
  • le bollette del gas, della luce, dell’acqua;
  • l’acquisto di generi alimentari;
  • le spese di trasporto;
  • polizze assicurative;
  • internet e telefono.

30% del reddito per le spese discrezionali

Dopo aver riservato metà del proprio reddito alle spese essenziali, è possibile utilizzare il 30% delle entrate per far fronte a tutte quelle spese che vengono definite discrezionali. Si parla di tutti quei costi legati allo svago e al tempo libero. Tra questi rientrano:

  • pranzi e cene al ristorante;
  • abbonamento per la palestra o altri sport;
  • tutti i costi per le vacanze;
  • abbonamenti a vari servizi (ad esempio Amazon Prime, Spotify, Netflix);
  • acquisto di tutti quei beni non di prima necessità (ed esempio per lo shopping).

20% del reddito per i tuoi obiettivi finanziari

La parte restante del reddito mensile dovrebbe essere utilizzata, se necessario, per estinguere eventuali debiti contratti in passato, e in caso contrario, per essere risparmiata e investita, al fine di raggiungere i propri obiettivi finanziari.

Facciamo un esempio:

Supponiamo che le tue entrare mensili ammontino a 2.000€. Seguendo la regola del 50/30/20, 1.000€ verrano destinati a tutte le spese essenziali, 600€ a tutte quelle discrezionali, mentre i restanti 400€ andranno ad alimentare il tuo gruzzoletto.

Come utilizzare questa regola

Ecco una serie di step da seguire per poter usufruire efficacemente di questa regola per la gestione delle proprie finanze:

  1. Definisci le tue entrare. Per prima cosa devi determinare il tuo budget complessivo mensile, in base alle entrate. Questo sarà il capitale che andrà poi destinato alle varie percentuali. Se sei un freelancer un consiglio è quello di considerare una media mensile delle tue entrate, al netto di tasse e costi legati all’attività. Se invece sei un lavoratore dipendente, puoi prendere come riferimento la busta paga, considerando anche i costi legati all’assicurazione sanitaria e al fondo pensione.
  2. Categorizza tutte le spese. Il secondo step è quello di identificare tutte le uscite mensili più comuni e suddividerle nelle tre categorie “essenziali”, “discrezionali”, “obiettivi finanziari”. A tal fine può essere utile controllare l’estratto conto dei mesi precedenti per identificare le voci di costo più comuni e utilizzare un foglio di calcolo, come Microsoft Excel. Per suddividere le spese, tieni a mente che le necessità sono tutte quelle spese a cui non puoi fare a meno, mentre i desideri rappresentano un lusso, un qualcosa in più. Tutto il resto va destinato a debiti, contributi pensionistici o risparmi per il futuro. Esegui questo passaggio con attenzione, perché una volta completato, è consigliato non cambiare la classificazione in corso d’opera.
  3. Adatta la regola alle tue esigenze. Una volta definite tutte le spese, si possono fare alcune valutazioni per rendere propria questa regola. Ad esempio, se vivi in una città molto cara, come Milano, potrebbe non bastarti il 50% delle tue entrate per coprire tutte le spese essenziali. Potresti quindi optare per una suddivisione 60/20/20. Al contrario, se hai raggiunto una buona posizione lavorativa, potresti non aver bisogno della metà del tuo reddito per le necessità e decidere di seguire la regola 40/30/30. O ancora, se ti trovi a dover far fronte a un po’ più di debiti, puoi decidere di seguire la suddivisione 50/20/30. Allo stesso tempo, nel caso in cui le spese primarie siamo eccessive, puoi decidere, ad esempio, di optare per fornitori di servizi (come internet, luce, gas) più economici, preferire un affitto meno caro, oppure eliminare qualche spesa superflua.

Si ha quindi a disposizione una regola adattabile alle proprie esigenze, le cui percentuali vanno prese come parametri di riferimento e non come limiti insormontabili. Tuttavia, queste variazioni non possono essere troppo radicali: non si possono azzerare le spese discrezionali, in quanto dobbiamo concederci qualche svago, ma neanche gli obiettivi finanziari. È infatti quest’ultima voce che permette di aumentare il budget a disposizione nel medio-lungo periodo ed è quindi consigliabile non scendere al di sotto del 20%.

Rendi smart la regola del 50/30/20

Per essere più motivato nel seguire con disciplina questa regola, può esserti di grande aiuto la definizione di un obiettivo preciso di risparmio. Sul tuo salvadanaio digitale Gimme5, puoi infatti impostare fino a 5 obiettivi, come il viaggio dei sogni, la casa nuova o il gruzzoletto per la pensione.

Allo stesso tempo, una volta definita nel dettaglio la ripartizione delle tue entrate e stabilita la somma da destinare al tuo obiettivo finanziario, Gimme5 ti mette a disposizione alcuni automatismi. Attivando il Joink Ricorrente, ad esempio, la somma da te definita viene versare ogni mese in completa autonomia sul tuo salvadanaio digitale. In questo modo non dovrai più preoccuparti di verifica di non aver superato il limite del “20%” o di dover versare manualmente tale cifra sul tuo gruzzoletto: verrà eseguito in automatico ogni mese da Gimme5.

Ma non è finita. Tutti i risparmi che hai accumulato nel tuo obiettivo, vengono investiti in fondi comuni di investimento. Con un’ampia gamma a tua disposizione, potrai scegliere quello che risponde di più alle tue esigenze (scopri la guida per questa scelta). In questo modo, il tuo denaro verrà messo in moto per produrre valore nel tempo e raggiungere ancor più velocemente i tuoi obiettivi finanziari.

Rimani sempre aggiornato

Ricevi la nostra newsletter periodica in cui ti invieremo solo il meglio dei contenuti e delle novità riguardanti Gimme5.

Iscriviti