Halloween, giro d’affari e quanto si spende

Extra | 6 min

28 Ott 2022

By redazione Gimme5

La notte più spaventosa dell’anno è alle porte. Ma quali sono le origini di Halloween e che giro d’affari muove questa festa anglosassone che negli anni è diventata sempre più popolare anche in Italia?

Le origini della notte più spaventosa dell’anno

Zucche, streghe, pipistrelli e mostri. Non possiamo fare altro che pensare a questi personaggi quando sentiamo parlare di Halloween. Tuttavia, non tutti conoscono la vera storia delle origini di questa ricorrenza che negli anni ha subito tante trasformazioni.

Secondo alcuni le origini derivano da Samhain, la festa del Capodanno celtico che celebrava la fine dell’estate e l’inizio dell’inverno e che coincideva con l’ultimo raccolto prima del freddo. I Celti credevano che in questo momento di passaggio, il muro che divideva il regno delle tenebre da quello reale si assottigliasse, permettendo ai defunti di entrare in contatto con i vivi. Ecco perché a Semhain si onoravano i morti.

Furono poi i Romani a far coincidere questa celebrazione con la loro festa dei morti e, successivamente, i cristiani a istituirla il 2 novembre, il giorno dopo di Ognissanti. Il nome attuale della festa deriva infatti da “All Hallow’s Eve” che in inglese antico significa la vigilia di Ognissanti.

La diffusione di Halloween

Dall’Irlanda, dove la cultura celtica fu più presente, la festa di Halloween giunse negli U.S.A. principalmente per via delle forti migrazioni nel corso dell’800, in cui molti irlandesi raggiunsero l’America per scampare alla povertà. Qui la festa si diffuse e si trasformò nel tempo nella ricorrenza che conosciamo oggi.

Le tradizioni

Tra i simboli più noti di Halloween c’è la zucca intagliata che affonda le sue radici dalla leggenda irlandese di Jack-o’-lantern. Racconta la storia di un fabbro ubriacone irlandese, Jack, che incontra più volte il diavolo e riesce sempre a imbrogliarlo: la prima volta gli chiede di trasformarsi in una moneta per una bevuta, ma una volta fatto estrae una croce per imprigionarlo, riuscendosi a liberare solo promettendogli che per 10 anni non si sarebbe fatto vivo. La seconda volta, scaduti i 10 anni, Jack chiede al diavolo di salire su un albero per cogliere una mela, intrappolandolo con una croce. A questo punto il Diavolo deve promettergli di risparmiargli l’infermo.

Una volta morto, però, a Jack viene rifiutato il paradiso per la sua vita di eccessi, e anche l’infero. È costretto quindi a vagare nel mondo dei vivi con una fiamma dell’Inferno. Nella notte di Halloween la leggenda narra che Jack vaghi alla ricerca di un rifugio e che le persone debbano appendere una rapa-lanterna per tenerlo lontano. Negli U.S.A. poi la rapa si trasforma in zucca perché più reperibile.

Tra le altre tradizioni, “dolcetto o scherzetto” è forse la più nota. Si ricollega proprio alla leggenda di Jack, che la notte vaga per le case recitando “trick or treat”, letteralmente “sacrificio o maledizione”. Le persone così sono spinte a pagare pegno piuttosto che farsi maledire dal malvagio Jack.

La festa oggi

Oggi Halloween cade la notte del 31 ottobre di ogni anno. La festa è sentita principalmente in U.S.A. e Inghilterra, ma si è diffusa grazie a film, serie tv e libri, in quasi tutto il mondo, anche in Italia.

Ad aspettarla con ansia sono i bambini che girano per le case alla ricerca di qualche dolcetto. Ma anche gli adulti non rinunciano a celebrare questa festa con party mascherati sia da creature mostruose sia da personaggi famosi o di film horror.

Quanto si spende ad Halloween

Tra i costumi più gettonati quest’anno secondo Google Trends troviamo Harley Quinn, i personaggi di Stranger Things e di Hocus Pocus, ma anche costumi più tradizionali come streghe, dinosauri, pirati, cheerleader e cowboy.

Tra feste, decorazioni e costumi spaventosi, il giro d’affari intorno ad Halloween è tutt’altro che irrisorio.

L’indagine condotta da Confesercenti in collaborazione con Swg (2021), stima che in Italia siano oltre 7 milioni le persone che festeggiano la ricorrenza. Il budget per il 2021 si è aggirato intorno ai 23 euro a testa, per un giro d’affari complessivo di circa 177 milioni di euro. Una somma importante, ma più contenuta se confrontata con quella del 2019 che era di 80 milioni di euro più alta.

Altre cifre si registrano negli Stati Uniti invece, dove Halloween è una delle feste più sentite. Secondo il National Retail Federation (NRF) si stima che la spesa complessiva delle famiglie americane, quest’anno raggiungerà i 10.6 miliardi di dollari. Le spese principali riguardano candele, decorazioni, costumi, zucche e party.

Il giro d’affari

Quest’anno però il 1° novembre cade a pennello per sfruttare un ponte di qualche giorno. Secondo l’indagine di Federalberghi, complice l’anomala bella stagione, a mettersi in viaggio saranno circa 11 milioni e 800 mila italiani, circa il 20% della popolazione. Secondo lo studio il 95,9% rimarrà in Italia e solo il 4,1% volerà all’estero. La spesa media dei vacanzieri si stima per circa 389 euro a testa, per una durata media di 3,4 notti. Tra le mete più gettonate, in primis le città d’arte (25%), seguite dalla montagna (21,7%) e il mare (20,9%). In totale si stiamo un giro d’affari di ben 3.45 miliardi di euro.

 

Conoscevi queste curiosità sulla notte più spaventosa dell’anno?

Happy Halloween 🎃

Rimani sempre aggiornato

Ricevi la nostra newsletter periodica in cui ti invieremo solo il meglio dei contenuti e delle novità riguardanti Gimme5.

Iscriviti